Cucina vegana e cucina vegetariana, le differenze  

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Cucina

Molte persone decidono spesso di abbracciare un’alimentazione vegana o vegetariana, anche e soprattutto per senso etico, abbandonando quindi il consumo di carne o di tutti gli alimenti di origine animale. Si utilizzano ad esempio molti legumi in entrambe le diete e che sono un toccasana dell’alimentazione.

Ci sono molte differenze fra alimentazione vegana e quella vegetariana.

Chi sceglie di seguire un’alimentazione vegana, non consumerà tutti i tipi di carne e pesce, e non ammetterà il consumo di tutti i prodotti di origine animale (come uova, latte e formaggi, miele e coloranti alimentari di derivazione animale).

Invece si consumeranno cereali, legumi, verdure di ogni tipo e germogli, alghe, frutta fresca ed essiccata, frutta secca e semi oleaginosi, tofu, tempeh e seitan; inoltre gli alimenti di origine animale (come latte, formaggio, yogurt, affettati), verranno sostituiti ad esempio da soia, mandorle, cocco, nocciole, avena, farro e altri cereali (declinati per creare dei perfetti sostituti di ciò che non si “può” consumare, ad esempio latte di cocco o di mandorle e così via).

Nel tempo infatti si sono andati diffondendo sempre più prodotti a base vegetale come yogurt di cocco, formaggi di mandorle, affettati di lupino, che accontentano la clientela vegana e vegetariana.

Chi invece opta per un’alimentazione vegetariana, non consumerà tutti i tipi di carne e pesce (inclusi crostacei, molluschi e volatili), mentre si consumeranno per lo più cereali e affini, legumi, verdure fresche, frutta fresca ed essiccata, ma anche alimenti di origine animale come latte, burro, formaggi, uova e miele.

Un’altra differenza sta nel fatto che la scelta vegana configura uno stile di vita vero e proprio: i vegani infatti non utilizzano alcun prodotto derivante dallo sfruttamento di animali (non solo prodotti alimentari, ma anche cosmetici o abbigliamento che sia riconducibile ad animali).

Sebbene si sia riscontrato che alimentarsi in modo vegetariano o vegano abbia delle proprietà protettive nei confronti di diverse patologie croniche, tra cui quelle cardiovascolari, è sempre bene pianificare e integrare al meglio questo regime alimentare per non avere delle carenze nutrizionali dannose.
[smiling_video id=”214284″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Scelti dai lettori