Pomodori secchi, si possono preparare in casa?   

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Pomodori

I pomodori secchi si possono preparare in casa in modo molto semplice poiché occorreranno ingredienti semplici e facili da reperire e anche come procedimento per la realizzazione. Per la preparazione:

  • 2 kg di pomodori San Marzano
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale fino q.b.
  • zucchero q.b.

Questo è il procedimento che prevede la cottura in forno statico a 120° per 8-10 ore dopo averli sistemati su una leccarda ricoperta da carta da forno e cosparsi con sale, zucchero e olio.

Durante la cottura

Durante la cottura controllare di tanto in tanto per evitare che si brucino o secchino troppo e, una volta secchi, toglierli dal forno e lasciarli raffreddare su una gratella.

Poi andranno riempiti i barattoli, dopo averli sanificati: bisognerà creare degli strati e fare in modo che l’olio si diffonda in modo omogeneo in tutto il barattolo.

Fare attenzione a lasciare qualche centimetro dal bordo del barattolo.

I pomodori secchi sott’olio si conservano per circa 3 mesi, purché il sottovuoto sia avvenuto correttamente e i barattoli siano conservati in un luogo fresco e asciutto, al riparo da fonti di luce e calore; però si consiglia di attendere almeno una settimana prima di consumare i pomodori.

Una volta aperto ogni barattolo, conservare in frigorifero e consumare entro 3-4 giorni al massimo, avendo cura di aggiungere olio extravergine d’oliva per mantenere i pomodori sempre coperti.

Un altro metodo è quello di lasciare i pomodori secchi ad essiccare al sole

Un altro metodo è quello di lasciare i pomodori secchi ad essiccare al sole (ci vorranno almeno 10 giorni ma dipende dalla temperatura del luogo) ricoprendoli con una retina per evitare polvere o insetti.

Ogni giorno al tramonto devono essere riportati in casa e poi messi di nuovo al sole la mattina seguente. Quando il sale si sarà sciolto, girare i pomodori (dopo circa 5 giorni).

Dopo l’essiccazione, lavare i pomodori secchi con acqua e aceto e metterli di nuovo ad asciugare al sole.

Infine, riprenderli e congelarli chiusi in un sacchetto per alimenti o in barattoli.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Scelti dai lettori