Torta paradiso, un classico per la colazione     

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Torta paradiso

La Torta Paradiso è un dolce classico che probabilmente è nei ricordi di ogni adulto che magari la preparava da bambino con la nonna o la mamma.

Oggi è ancora molto apprezzata da adulti e da bambini perché ha un gusto semplice e genuino e si può gustare a merenda, colazione o in qualsiasi momento ci si voglia concedere qualcosa di piacevole, magari da accompagnare a del latte, un cappuccino, un caffè, una tisana o una cioccolata calda.

Come preparare la torta paradiso

Per prepararla occorreranno uno stampo da 20 centimetri e questi ingredienti:

  • 75 g di farina 00
  • 75 g di fecola
  • 150 g di burro
  • 150 g di zucchero
  • 1 tuorlo grande
  • 2 uova piccole
  • la scorza di un limone
  • 12 g di lievito per dolci

Partire con il montare a neve gli albumi con metà dello zucchero semolato. Lavorare lo zucchero rimanente con il burro ed unire i tuorli ad uno ad uno.

Unire anche la farina, la fecola, il lievito e la scorza di un limone.

Infine, aggiungere anche gli albumi.

A parte, imburrare e infarinare lo stampo e versarvi il composto.

Lasciar cucinare per 30 minuti a 180° in forno preriscaldato.

Non aprire il forno e verificare solo alla fine la cottura facendo la prova dello stecchino. Una volta pronta, lasciar raffreddare e spolverare lo zucchero a velo.

La torta si può conservare per più giorni e per fare in modo che sia sempre morbida e soffice, posizionarla sotto una campana di vetro.

Per una versione più goduriosa, si può spalmare all’interno della torta della crema alle nocciole oppure la crema pasticcera o al pistacchio: in questo modo la torta paradiso sarà una base per creare altri dolci.

Oppure, si può gustare così, da sola, dato che è una torta soffice, profumata e buonissima.
[smiling_video id=”251648″]


[/smiling_video]

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti

Scelti dai lettori