7 Dicembre 2021
Edit

Sapori Il Tabloid è l’inserto dedicato al mondo del cibo, dei sapori e del buon bere. Ma anche eventi, sagre e tutto quello che riguarda il mondo del food.

Spezie, come devono essere usate   

Le spezie servono per insaporire un piatto, dargli una particolare sapidità e un gusto diverso dal normale. Le spezie vengono ricavate dalle cortecce, dai frutti, dalle radici e dai semi e di solito si trovano in polvere o essiccate; sono quasi tutte d’origine orientale, ma non sempre.

Le più usate nella cucina mediterranea sono il basilico, il rosmarino, il timo, il prezzemolo, la salvia, l’aneto, l’origano, la menta, la maggiorana e il coriandolo.

Per utilizzare le spezie, è bene considerare questi aspetti:

  • meglio usarle esponendole a grassi e calore
  • spolverarle all’inizio o quasi alla fine della realizzazione delle ricette
  • per le spezie in baccello, farle tostare anche senza olio, poi raffreddare e infine macinarle in un pestello
  • per le spezie intere, far scaldare prima l’olio e poi aggiungerle (alcune hanno bisogno di un calore alto per rilasciare il loro aroma)
  • meglio aggiungere prima le spezie più forti e intere e poi le polveri.

 Ecco alcuni esempi di spezie e in che piatti è meglio usarle:

  • semi di anice, vanno bene per i dolci (anche se l’anice stellato può essere utilizzato in piatti a base di coniglio, pollo, maiale e così via)
  • cannella, può essere utilizzata per preparare dolci, e si trova in polvere o bastoncini che andranno polverizzati
  • cardamomo, si usa invece in forma di baccelli (da rompere, prelevare i semi e polverizzarli), polvere o semi. Ha un gusto leggermente pungente e ricorda il limone: va bene sia per piatti salati che dolci
  • chiodi di garofano, hanno un sapore aromatico pungente e dolce: si possono utilizzare per preparare il brodo (ad esempio infilandone alcuni in una cipolla)
  • semi di coriandolo, possono essere acquistati invece interi e poi macinati: vengono utilizzati per preparare un mix di spezie come masala e curry. Il coriandolo è perfetto per impreziosire carni di maiale e di agnello, ma anche per il purè di patate o per le minestre, soprattutto quelle con legumi.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione Il Tabloid

Non perderti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *