19 Giugno 2021
Edit

Sapori Il Tabloid è l’inserto dedicato al mondo del cibo, dei sapori e del buon bere. Ma anche eventi, sagre e tutto quello che riguarda il mondo del food.

Lazio, i piatti tipici da provare

La cucina laziale è ricca di piatti, soprattutto caserecci, fatti da alimenti poveri ma molto sapori. Sicuramente i più conosciuti sono la Carbonara, bucatini conditi con uova fresche, guanciale, formaggio pecorino e pepe.

Dai primi ai secondi

L’Amatriciana, che viene preparata con pancetta, sugo di pomodori e cacio.

Questi sono due piatti che sono rinomati in tutto il mondo, non solo in Italia. Sono infatti i più richiesti nella Capitale e si possono gustare in diversi ristoranti.

Cacio e Pepe, un piatto veloce in cui il protagonista è il pecorino romano.

La pasta all’Arrabbiata, simile all’Amatriciana ma in questo caso c’è il peperoncino fresco piuttosto che il pepe e non c’è la pancetta.

Pasta Aio e Oio, preparata in padella con aglio, olio extravergine e peperoncino.

Pasta tipica ciociara sono i Rigatoni con la Pajata, un tipico piatto domenicale con la pajata che è l’intestino di vitello, protagonista del sugo.

Gli Gnocchi alla Romana, preparati con il semolino e cotti nel forno con vari formaggi.

I Supplì, simili agli arancini siciliani, fatti con riso e un ripieno di ragù e formaggio filante.

Questi sono tutti i primi piatti della tradizione romana più famosi.

I secondi piatti invece sono diversi e particolari come le seppie con i piselli, preparate in umido con salsa rossa.

La coda di bue e la coratella (interiora d’agnello) o le animelle dellagnello, fritte e servite con solo succo di limone e sale.

Ma anche il pollo ai peperoni sfumato con il vino bianco.

L’agnellino da latte o abbacchio in dialetto romanesco: cucinato al forno con le patate oppure alla cacciatora con varie spezie.

L’abbacchio a scottadito in particolare è costituto da costolette dell’animale cosparse con strutto, sale e pepe e arrostite sulla griglia incandescente.

Famosa anche la trippa romana condita con mentuccia, sfumata con vino rosso e cotta nel soffritto di carote e cipolle.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Redazione Il Tabloid

Non perderti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *