Calamari ripieni, come si preparano?

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Calamari

Una ricetta classica della cucina mediterranea è quella dei calamari ripieni. Il ripieno si prepara con pane, parmigiano, acciughe e prezzemolo. I calamari non andranno cotti a lungo proprio per non rovinare la loro consistenza e fare in modo che non risultino gommosi e difficili da masticare.

Per realizzare questa ricetta serviranno:

  • 500 grammi di calamari
  • 40 grammi di vino bianco
  • 1 spicchio d’aglio
  • prezzemolo
  • olio extravergine d’oliva

Per il ripieno:

  • 100 grammi di mollica di pane
  • acciughe sott’olio
  • Parmigiano Reggiano grattugiato
  • 40 grammi di vino bianco
  • 1 spicchio di aglio
  • prezzemolo
  • sale fino
  • pepe nero
  • olio extravergine d’oliva

Iniziare con il pulire i calamari lavandoli sotto l’acqua corrente ed estraendo tutte le interiora. Una volta effettuato questo passaggio, preparare il ripieno: prendere la mollica di pane e aggiungervi il prezzemolo. Scaldare l’olio in una padella e aggiungere l’aglio e le acciughe, a cui successivamente aggiungere i tentacoli sminuzzati, e far saltare per qualche minuto.

Rimovere l’aglio e aggiungere la mollica di pane e poi sfumare con il vino bianco.

Aspettare che il composto perda tutto il liquido e trasferirlo in un’altra ciotola per farlo raffreddare; successivamente aggiungere parmigiano, prezzemolo, uovo sbattuto, sale e pepe ed impastare con le mani per compattare tutti gli ingredienti.

Questo ripieno andrà per comodità in un sac-à-poche per poter riempire i calamari.

Quando saranno tutti farciti, ripiegare i lembi del mollusco e chiudere l’apertura con uno stuzzicadenti.

La cottura

Passare alla cottura in padella con un filo d’olio e aglio, e cuocere per qualche minuto a fiamma vivace, sfumando con del vino bianco e quando l’alcol non ci sarà più, aggiungere del sale.

Coprire con un coperchio e aspettare che il tutto cuocia per altri 5 minuti; poi spegnere tutto e servire.

Questi calamari possono essere conservati in frigorifero al massimo per un giorno.
[smiling_video id=”190890″]


[/smiling_video]


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Scelti dai lettori