Amatriciana, la ricetta originale

Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp
Amatriciana

Un classico della cucina italiana è l’Amatriciana, un piatto la cui ricetta, però, è stata spesso al centro di dibattiti sugli ingredienti per prepararla e sul luogo in cui è nata.

Nasce, infatti, ad Amatrice (e non a Roma come erroneamente si pensa) ad opera di pastori che, spostandosi spesso verso la capitale per la transumanza degli animali, fecero conoscere questo piatto ai romani.

L’Amatriciana si basa su ingredienti semplici

L’Amatriciana si basa su ingredienti semplici e su una preparazione che però necessita dei giusti accorgimenti per risultare perfetta.

Ecco svelata la ricetta originale per preparare questo primo piatto buonissimo e amato da tantissime persone.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 g di spaghetti
  • 125 g di guanciale (meglio se di Amatrice)
  • un cucchiaio di olio extravergine di oliva
  • un goccio di vino bianco
  • 6/7 pomodori San Marzano oppure 400 g di pomodori pelati
  • 100 g di pecorino
  • peperoncino q.b.
  • sale q.b.

Per la preparazione degli spaghetti all’Amatriciana è preferibile utilizzare una padella di ferro. In questa bisognerà mettere a rosolare a fuoco vivo il guanciale a pezzetti con l’olio e il peperoncino.

Aggiungere il vino bianco e togliere dalla padella i pezzi di guanciale. Farli sgocciolare e metterli da parte, tenendoli preferibilmente al caldo in modo tale che rimangano morbidi.

A parte, sbollentare i pomodori (così la pelle si toglierà più facilmente), tagliarli a filetti ed eliminare i semi; quindi metterli in padella con un po’ di sale, mescolare e mettere sul fuoco per qualche minuto.

Invece che i pomodori si può usare la salsa di pomodoro. Eliminare dalla padella il peperoncino e unire nuovamente il guanciale, mescolando con la salsa.

In una pentola di acqua salata, cucinare gli spaghetti e scolarli al dente. Appena pronti, metterli in una terrina e aggiungere il pecorino grattugiato.

Dopo qualche momento si è pronti per aggiungere anche la salsa con il guanciale.

Se si desidera, si può spolverare dell’altro pecorino in superficie.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Facebook
Twitter
LinkedIn
Pinterest
Pocket
WhatsApp

Iscriviti alla nostra newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe interessarti

Scelti dai lettori